Giornata di studi: “Gli spazi di vita nella città post-pandemia” - 7 aprile 2021

Gli spazi di vita della città post-pandemia
GIORNATA DI STUDI
07 aprile / 2021
evento on line
(lingue dell’evento: francese e italiano)
 
Organizzata da 
ENSASE- École nationale supérieure d’architecture de Saint-Étienne, Francia
 
In collaborazione con l’Università degli studi di Catania e il Politecnico di Torino
Con il sostegno dell’Unità di ricerca ECLLA - Études du Contemporain en Littératures, Langues et Arts- dell’Università Jean Monnet e del GRF « Architectures et Transformations » dell’ ENSASE
 
Nella vita quotidiana delle città, l’irruzione della crisi sanitaria ha portato cambiamenti inattesi, alterando profondamente scenari urbani che si credevano consolidati.
In questo rallentamento generale, le pratiche urbane sono state rimesse in causa e molte delle mutazioni osservate non sono da inscrivere nella sfera della perdita, tutt’altro: la riscoperta della vita di quartiere, il potenziamento delle reti di prossimità e delle diverse forme di solidarietà, la riattivazione di circuiti pedonali e ciclabili, la rinnovata percezione dei sistemi ambientali e degli ecotoni, etc.; tutti elementi emersi dall’esperienza del confinamento e che rappresentano preziose risorse per una rigenerazione urbana post-crisi, in termini di costituzione di prassi di innovazione sociale e in termini di innervazione di culture e politiche urbane, mirate ad una maggiore  cura della moltitudine di soggettività da cui è composta la civitas. (Hardt, Negri, 2009)
 
Questa giornata di studio si pone l'obiettivo di chiarire, attraverso scambi interdisciplinari, la nozione di "spazio di vita", un concetto che permette di superare l'idea di "luogo" urbano e che porta la riflessione verso gli spazi urbani - pubblici e comuni- «a favore di una nozione di spazio strutturato da una rete di relazioni". Questa nozione diventa centrale di fronte ai rischi di segregazione spaziale, di disuguaglianze crescenti, di logiche dell’ “entre-soi” e di esclusione, che la pandemia potrebbe indurre.
 
Il gioco di sguardi incrociati tra Italia e Francia permetterà di installare una logica di apprendimento reciproco, per capire per analogia la varietà degli stili di vita e dei concetti di spazio e la loro ineluttabile correlazione, per accettare la vulnerabilità dei territori come un dato e non come un vincolo, per leggere la molteplicità delle soglie di deterritorializzazione diventate i segni costitutivi di questi tempi storici. (Silvana Segapeli, curatrice della giornata di studi)
 
Al seguente link il programma della giornata di studi:
https://www.st-etienne.archi.fr/2021/03/30/les-espaces-de-vie-dans-la-ville-post-pandemie-journee-detude/
 
Per accedere all’evento:
https://zoom.us/j/92550784483?pwd=SXkzeHdZd2xMNzUxV3VSM3F5bUlzdz09


Data di pubblicazione: 31/03/2021