Laboratorio di Geomatica

Catania - Edificio 3
Responsabile: Giuseppe MUSSUMECI

Il Laboratorio di Geomatica afferisce al Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università degli Studi di Catania ed è allocato all’interno della Città Universitaria, in Viale Andrea Doria n. 6, presso la Facoltà di Ingegneria (Edificio 3, 4° piano).

ATTIVITA’
Il Laboratorio di Geomatica svolge attività di ricerca, di supporto alla didattica e di servizio al territorio. 

Ricerca. L’attività di ricerca investe tutti gli ambiti del settore disciplinare: 
- misure e trattamento delle osservazioni; 
- geodesia; 
- cartografia; 
- fotogrammetria; 
- posizionamento satellitare; 
- telerilevamento; 
- Sistemi Informativi Territoriali. 

Didattica. Il laboratorio è sede di esercitazione durante lo svolgimento dei corsi di Topografia e cartografia e di Telerilevamento e GIS, ma è anche sede di tirocinio e di svolgimento di tesi di laurea per molti studenti. 

Servizi. Il laboratorio è in grado di offrire prestazioni conto terzi nel campo del rilevamento topografico di alta precisione, del posizionamento satellitare, del trattamento di immagini multispettrali, della progettazione e realizzazione di Sistemi Informativi Territoriali. 

DOTAZIONI STRUMENTALI. Il laboratorio dispone delle seguenti principali attrezzature: 
- Mobile Mapping System (Fiat Ducato, in condivisione con il Laboratorio di Prove Stradali); 
- Natante equipaggiato con ecoscandaglio e GPS per rilievi batimetrici; 
- Stazione permanente GPS con antenna chooke-ring; 
- coppia di ricevitori GPS geodetici Trimble 4000 ssi; 
- coppia ricevitori GNSS geodetici Leica 1230; 
- ricevitore GNSS Trimble 5400; 
- Stazione totale leica TC1600; 
- Stazione totale Leica VIVA TS11; 
- Livello digitale Leica DNA03; 
- N. 1 postazione di elaborazione immagini satellitari basata su sw ENVI; 
- N. 6 postazioni GIS basate su sw free ed open source; 
- N. 1 Web server per applicazioni GIS basato su tecnologie free ed open source; 
- Software vari di elaborazione dati topografici. 

ESPERIENZE. Nei circa dieci anni di attività il Laboratorio ha maturato significative esperienze nell’ambito di progetti e convenzioni condotti sia autonomamente che in collaborazione. Si elencano i lavori più significativi condotti nei diversi ambiti operativi. 
Rilevamenti topografici: 
- monitoraggio dell’evoluzione cinematica di una frana con tecnologia GPS (Regalbuto, EN); 
- livellazione di alta precisione per il monitoraggio di edifici interessati da una frana (Acicatena, CT); 
- inquadramento mediante GPS dell’area della Villa del Casale e livellazione di alta precisione di alcuni ambienti tra cui il “corridoio della caccia” (Piazza Armerina, EN); 
- inquadramento topografico e determinazione dei punti di appoggio per il rilievo aerofotogrammetrico dei centri storici di Catania e Siracusa; 
- Campagna Internazionale di Rilievi dell’area archeologica di Pompei; 
- rilievi di complessi ipogeici a Malta nell’ambito del Progetto KASA, Interregg III Italia-Malta; 
- rilievo di discariche nei territori di Gela, Niscemi e Butera (CL); 
- rilievo GPS del sito di Interesse Nazionale Biancavilla, interessato dalla presenza di fibre asbetiformi, e mappatura dei punti di campionamento; 
- inquadramento topografico e rilievo di emergenze archelogiche del complesso di Chiese dedicate al culto di S.Agata, a Catania, con l’impiego di strumentazione topografica digitale e scanner laser; 
- rilievi topografici di fasce costiere e rilievi batimetrici delle antistanti aree marine ricadenti nei territori di Terrasini (PA), Castel di Tusa (PA), Terme Vigliatore (ME), Pachino (SR), Marinella di Selinunte (AG). 

Mobile Mapping System per rilevamenti stradali e ambientali in genere 

Sistemi Informativi Territoriali (SIT):
- valutazione dei rischi della rete stradale della provincia di Catania; 
- analisi di incidentalità nella città di Catania; 
- analisi della vulnerabilità sismica della rete stradale della Sicilia Orientale; 
- mappatura dell’inquinamento elettromagnetico nella città di Catania (sperimentazione condotta con il DMFC-UNICT); 
- vulnerabilità della rete stradale di accesso alla città di Enna in relazione al rischio idrogeologico; 
- rischio incendi e gestione dell’emergenza nella zona boschiva etnea; 
- stabilità dei pendii e modellazione degli spostamenti indotti da eventi sismici nel territorio della provincia di Catania; 
- analisi funzionale della rete stradale della città di Catania nelle emergenze sismiche; 
- valorizzazione e tutela del patrimonio ittico del Golfo di Patti (ME); 
- GIS a supporto della navigazione di robot. 

Telerilevamento:
- riconoscimento di dissesti stradali mediante analisi di immagini IKONOS; 
- analisi di immagini MIVIS per il riconoscimento di discariche di r.s.u. nei territori delle province di Catania e Siracusa; 
- impiego di sensori a basso costo per il rilevamento multispettrale di prossimità da robot terrestri e droni. 

Fotogrammetria digitale e laser scanning:
- parete rocciosa nel territorio del Comune di S. Alfio; 
- laser scanning per la verifica e l’ottimizzazione delle caratteristiche prestazionali di componenti meccanici; 
- rilievo fotogrammetrico del prospetto della vecchia chiesa di Fleri (CT); 
- laser scanning applicato all’analisi delle deformazioni di veicoli incidentati; 
- laser scanning applicato al rilievo di ambienti e resti archeologici nel complesso delle Chiese dedicate al culto di S. Agata a Catania (2008-9); 
- rilievo laser e modellazione 3D del “Guerriero di Castiglione” presso il Museo Archeologico di Ragusa (in collaborazione con il laboratorio di modellazione del DII-UNICT). 

Modellazione 3D del “Guerriero di Castiglione” rilevato con scanner laser