Maria Rossella MASSIMINO

Professore associato di GEOTECNICA [ICAR/07]
Sezione di appartenenza: Ingegneria geotecnica
Ufficio: Stanza n.2 - Sezione di Geotecnica - Edificio 13 - Cittadella Universitaria
Email: mmassimi@dica.unict.it
Telefono: 095 738 2209
Fax: 095 738 2246
Orario di ricevimento: Lunedì dalle 11:00 alle 13:00 | Martedì dalle 15:00 alle 17:00


Nata a Catania l’11/05/1970, è dallo 01/11/2011 professore associato nel SSD ICAR/07 (Geotecnica) presso il Dipartimento di Ingegneria Civile ed Architettura (DICAR) dell'Università di Catania e nell’aprile 2017 ha conseguito l’abilitazione nazionale a professore ordinario nel SSD ICAR/07.

Nel 1988 ha conseguito la maturità classica con la votazione di 60/60. Si è laureata il 28/03/1995 in Ingegneria Civile presso l’Università di Catania, con la votazione di 110/110 e lode; discutendo una tesi di Geotecnica. Nell’Aprile 1999 ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Ingegneria Geotecnica presso l’Università di Catania. Dal dicembre 1998 è componente delle Commissioni di esami di profitto presso l'Università di Catania negli insegnamenti di: “Meccanica e Dinamica delle terre”, “Fondazioni”, “Geotecnica”, “Geotecnica nella difesa del territorio”, "Opere di sostegno e stabilità dei pendii". Nel novembre-dicembre 1999 è stata titolare di un contratto di ricerca presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Catania, finalizzato alla valutazione dei cedimenti delle fondazioni della Cattedrale di Noto (SR), severamente danneggiata dal terremoto del 13/12/1990, nell’ambito di una ricerca finanziata dal M.I.U.R.. Dal 21/06/2000 al 20/06/2002 ha svolto la propria attività di ricerca presso l’Università di Catania, in qualità di borsista di post-dottorato nel settore di Ingegneria Geotecnica. Nell’ambito di tale attività di ricerca, dal Febbraio al Luglio 2001 si è recata presso l’Università di Bristol (UK), al fine di eseguire delle prove su tavola vibrante per studiare i problemi di interazione dinamica terreno-fondazione-sovrastruttura (DSSI) ed effettuare la simulazione numerica di tali prove, avvalendosi di un codice FEM messo a punto dalla scrivente e di codici FEM commerciali, nei quali sono stati implementate dalla scrivente equazioni costitutive avanzate del comportamento del terreno. Nel Luglio 2002 è risultata vincitrice del premio dell'International Geosynthetic Society “IGS Student Award”. Dal 19 Gennaio al 19 Marzo 2002 si è nuovamente recata presso l'Università di Bristol (UK) per eseguire altre prove su tavola vibrante inerenti a problemi di DSSI, avendo vinto una borsa di studio Europea - European Commission's ECOLEADER. Nel Settembre 2002 è risultata, altresì, vincitrice del Premio Troiano, per la migliore tesi di Dottorato svolta in Italia, nell'ambito del Dottorato di Ricerca in Ingegneria Geotecnica, nel periodo compreso tra lo 01/01/1999 ed il 31/12/2001. Dallo 04/11/2002 al 31/10/2004 è stata assegnista di ricerca in Geotecnica presso l’Università di Catania. Dal 18/01/2005 al 31/10/2011 è stata ricercatrice presso l’Università di Catania nel SSD ICAR/07. Dall’1.11.2007 al 31.10.2010 è stata Responsabile della Sezione di Ingegneria Geotecnica del DICAR di Catania.

 

E’ docente presso l’Università di Catania dei seguenti insegnamenti: “Fondazioni”, dall’ A.A. 2002-2003; "Meccanica e Dinamica delle Terre" dall'A.A. 2011-2012. E' stata, altresì, docente di “Meccanica delle terre”, dall’A.A. 2004-2005 fino all'A.A. 2010-2011. Nell'A.A. 2008-2009 ha tenuto, inoltre, un corso di “Geotecnica”. Ha tenuto diverse lezioni sulla progettazione geotecnica in zona sismica in Master di II livello. Ha tenuto, altresì, lezioni di Ingegneria Geotecnica Sismica al Dottorato di Ricerca in Ingegneria Geotecnica presso l’Università di Catania e di Modellazione Costitutiva al Dottorato di Ricerca in Ingegneria per la Gestione delle Acque e del Territorio presso il Politecnico di Torino. Ha, infine, tenuto corsi di aggiornamento presso vari Ordini Professionali Italiani a Spoleto, Modena, Catania e per la Regione Emilia Romagna.

Ha partecipato a numerosi convegni nazionali ed internazionali, presentando spesso anche oralmente i propri lavori scientifici, con relazioni ad invito. Ha organizzato numerosi convegni, seminari e corsi di aggiornamento professionale nazionali ed internazionali. Ha fatto parte dell’Italian Task Force dell’ETC-12 (European Technical Committee on Eurocode 8).

 

E’ stata membro delle Commissioni esaminatrici per gli Esami di Stato per l’Abilitazione all’Esercizio della Professione di Ingegnere per la Provincia di Catania (2002, 2005, 2007, 2011).

E’ stata e/o è responsabile dei seguenti Progetti di Ricerca:

- PRA, 2004-2005: “Modellazione numerica dell’interazione terreno-struttura”;

- PRA, 2006: “Comportamento dinamico di fondazioni superficiali e profonde”;

- PRA, 2007: "Analisi del comportamento dinamico delle fondazioni superficiali e profonde alla luce del nuovo D.M. 14/01/2008 e dell'Eurocodice8";

- PRA, 2008: "Aspetti innovativi della progettazione geotecnica sismica di fondazioni superficiali e profonde".
- POR FESR 2007-2013, Linea di intervento 4.1.1.1 Titolo del progetto: "Attività di sviluppo sperimentale finalizzato alla riduzione del rischio sismico nella Sicilia orientale", per il DICAR.

- Progetto DPC/RELUIS 2014 - “Strutture in cemento armato: WP5 – Valutazione della capacità e tecniche/strategie di intervento sulle fondazioni delle costruzioni in cemento armato - Linea Geotecnica”. I annualità, per il DICAR.

- DPC/RELUIS 2015 - “Strutture in cemento armato: WP5 – Valutazione della capacità e tecniche/strategie di intervento sulle fondazioni delle costruzioni in cemento armato", II annualità.

- DPC/RELUIS 2016 – “WP3-Gallerie in ambito urbano”, per il DICAR.

- DPC/RELUIS 2017 – “WP3- Interazione terreno-fondazione-struttura”, per il DICAR.

- DPC/RELUIS 2018 – “WP3- Interazione terreno-fondazione-struttura”, per il DICAR.

 

Ha preso parte e/o fa parte di numerosi progetti e/o convenzioni di ricerca, tra cui:
- Progetto di Ricerca: “Detailed Scenarios and Actions for Prevention of Seismic Damage in the Urban Area of Catania”, finanziato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, 2000-2002, coordinato dal Prof. Maugeri.

- PRIN 1996: “Protezione del suolo e del sottosuolo: contributi dell'ingegneria geotecnica”. Coordinatore: Prof. E. Pasqualini.

- PRIN 1998 : “Valutazione del rischio sismico geotecnico e miglioramento delle fondazioni di monumenti storici“, Coordinatore: Prof. R. Nova.

- PRIN 2000, Programma di ricerca di rilevanza nazionale su: “Analisi geotecniche e sismiche per l'area dello stretto di Messina”, Coordinatore: Prof. R. Nova.

- PRIN 2002 : “Analisi Geotecnica del Rischio Sismico delle Life-lines”. Coord.: Prof. R. Nova.

- Progetto Europeo Community Initiative Programme, Interreg III Β Archimed 2000-2006 “Development And Proposition For Implementation Of An Efficient Methodology And Appropriate Local Instruments For The Management, Prevention And Reduction Of Seismic Risk In Duzce-Turkey, Grevena-Greece And Catania-Italy Acronym: Srm-Dgc - Code: A.1.010”
- Progetto ReLUIS, Linea di Ricerca n.6.4 “Fondazioni Profonde”, 2005-2008. Coordinatore: Prof. A. L. Simonelli.

- Convenzione di ricerca dal titolo “Studio geofisico, geologico e geotecnico, ai fini della microzonazione sismica delle aree interessate dagli eventi sismici dei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2002” (Ordinanza P.C.M. n. 3278/2003), tra la Regione Sicilia ed i Dipartimenti di Ingegneria Civile ed Ambientale e di Scienze Geologiche dell’Università di Catania, stipulata nel 2006; responsabile Prof. E. Motta.

- PRIN 2007, Programma di ricerca di rilevanza nazionale su: “Analisi del comportamento di pendii, fondazioni, scavi e gallerie in condizioni sismiche: calibrazione dei metodi semplificati di verifica sulla base dei risultati di modellazioni fisiche e numeriche avanzate; contributo alla “manutenzione” delle normative vigenti in ambito nazionale ed europeo (EC8)”, coordinato dal Prof. M. Maugeri.

- Convenzione di ricerca dal titolo "Analisi del comportamento dei terrapieni di riempimento esistenti sotto l'effetto della vibro-infissione delle palancole e camicie di palo di diverso diametro", tra la ditta TECNIS S.p.A. ed il Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale dell'Università di Catania, stipulata nel 2008; responsabile Prof. M. Maugeri.

- Progetto di ricerca internazionale dal titolo: "Round Robin numerical Test on Tunnels under seismic loading: a joint venture between TC104, TC203 and TC204", 2011-2012, responsabile Prof. F. Silvestri.

- PON01-01503 Landslides Early Warning "Sistemi integrati per il monitoraggio, l'early W ing e la mitigazione del rischio idrogeologico lungo le grandi vie di comunicazione", CUP B31H11000370005, finanziato dal MIUR con D.D. prot. n.678/Ric del 14.10.201 1.
- FIR_2014, Sviluppo Di Un Metodo Statico Non Lineare Basato Sull’analisi Modale Adattiva Per La Valutazione Della Risposta Sismica Degli Edifici (Codice Progetto: A52102). Responsabile: Dott. Ing. E. Marino.

 

Ha preso parte al gruppo di lavoro dell’AGI per la stesura delle “Linee di indirizzo per interventi su edifici industriali monopiano colpiti dal terremoto della pianura padana emiliana del maggio 2012 non progettati con criteri antisismici: aspetti geotecnici” (AGI-Protezione Civile Italiana).

 

E’ responsabile dell’attività di studio e ricerca scientifica nell'ambito di due accordi ERASMUS+Programme: 1) ERASMUS+Programma 2014-2021 con L'Institut National del Sciences Appliqueés de Lyon (INSA) Lyon (Francia) 2) ERASMUS+Programme 2015-2021 con l'Università di Thessaloníki (Grecia).

 

E’ membro del Collegio di Dottorato di Ricerca in Valutazione e mitigazione dei rischi urbani e territoriali  (UNICT) ed è stato membro del Collegio di Dottorato in Ingegneria Geotecnica ed in Ingegneria Strutturale e Geotecnica (UNICT). In tale ambito ha svolto/svolge l’incarico di supervisore di n. 3 testi di dottorato.

 

E’ membro del Comitato Editoriale delle seguenti riviste internazionali indicizzate su Scopus: Bulletin of Engineering Geology and Environmental (BOEG) e Geotechnical and Geological Engineering Journal (GEGE). E' revisore del Journal of Civil Engineering and Architecture (USA), dell'Italian Geotechnical Journal, del Journal of Soil Dynamics and Earthquake Engineering,dell'Earthquake Engineering and Engineering Vibration Journal; del Geotechnical and Geological Engineering Journal; del Geotechnical and Geoenvironmental Engineering Journal; del Bulletin of Earthquake Engineering. E’ stata e/o è revisore per la pubblicazione degli atti di numerose conferenze internazionali.

Ha svolto attività di revisore per la Valutazione di progetti per conto del MIUR e per la valutazione dei prodotti della ricerca (VQR 2004-2010) per conto dell'ANVUR.

E’ autrice e/o coautrice di oltre 110 pubblicazioni prevalentemente su riviste ed atti di convegni nazionali ed internazionali.

ANNO ACCADEMICO 2019/2020


ANNO ACCADEMICO 2018/2019


ANNO ACCADEMICO 2017/2018


ANNO ACCADEMICO 2016/2017


ANNO ACCADEMICO 2015/2016

Fondazioni superficiali e su pali; Interazione statica e dinamica terreno-fondazione-sovrastruttura; Interazione dinamica palo-terreno; Pericolosità sismica di sito; Prove su tavola vibrante; Modellazione numerica di sistemi geotecnici in campo statico e dinamico; Costruzioni in sotterraneo.

La sottoscritta tiene anche il corso di "Laboratorio di Ingegneria Geotecnica Statica e Dinamica" (3CFU) nell'ambito del modulo di "Altre conoscenze utili per l'insegnamento nel mondo del lavoro" (Corso di Laurea in ingegneria Strutturale e Geotecnica- LM-23).

Di seguito una breve descrizione del corso:

OBIETTIVI DEL CORSO: 

Il corso ha come obiettivo prioritario quello di fornire agli studenti le competenze professionali utili per l'uso dei principali codici di calcolo numerico (monodimensionali, bi-dimensionali e tri-dimensionali) oggi indispensabili per affrontare numerosissime problematiche geotecniche progettuali, quali: la stima della pericolosità geotecnica sismica di sito mediante risposta sismica locale per una più corretta valutazione del rischio sismico di strutture esistenti e da realizzare; lo studio dei sistemi accoppiati terreno-struttura al fine di valutare gli effetti dell'interazione terreno-struttura per strutture in elevazione e/o in sotterraneo; gli studi di microzonazione sismica, attraverso i quali individuare e caratterizzare le zone suscettibili di amplificazione locale e le zone soggette a instabilità, quali: frane, rotture per faglie e liquefazioni dinamiche del terreno.

Le conoscenze acquisite sono oggi fondamentali (come indicato dalle Norme Tecniche per le Costruzioni, NTC2018) per la progettazione, il collaudo e la direzione lavori di opere di nuova costruzione, così come nel caso di adeguamento o miglioramento sismico di strutture esistenti.

ESERCITAZIONI: Sono previste esercitazioni sull'uso di codici di calcolo numerici finalizzati all’analisi della risposta sismica locale 1D e all'analisi del comportamento statico e sismico di sistemi accoppiati terreno-struttura, con riferimento a casi reali.

PERIODO: Secondo semestre del II anno della LM-23.